Io, Chirurgo Plastico abituato a trattare i difetti del naso con la Rinoplastica tradizionale, confesso di aver avuto alcune perplessità prima di decidermi a proporre ai pazienti il Rinofiller; ritenevo troppo semplicistico affrontare gli inestetismi nasali con questa metodica, utilizzando cioè infiltrazioni di acido ialuronico, e temevo risultati scadenti ed effimeri. Mi sbagliavo.

Non tutti gli inestetismi del naso sono trattabili col rinofller, nè questa metodica ha la “pretesa” di sostituire la Rinoplastica chirurgica; tuttavia da quando utilizzo il rinofiller numerosi pazienti hanno raggiunto il risultato sperato senza doversi sottoporre all’intervento chirurgico. Viene preso in considerazione soprattutto quando si necessita di dare più proiezione alla punta del naso o quando un gibbo non troppo marcato viene “sfumato” infiltrando l’acido ialuronico sul dorso nasale. Si riesce molto efficacemente anche a alzare la punta, andando ad aumentare l’angolo columellare con conseguente risalita della punta.

Normalmente una fiala di acido ialuronico è sufficiente a ottenere i risultati sperati. E dal momento che utilizzo solo filler tra i più efficaci e di miglior qualità sul mercato, la durata può essere anche superiore ad un anno. Tecnica rapida, ambulatoriale, praticamente indolore. Nessun effetto indesiderato o problematica post-trattamento se si eccettua la possibilità (rara) di piccoli lividi per un paio di giorni. E soprattutto ripetibile nel tempo e plasmabile sulle esigenze del paziente.

Condividi sui social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *